Visto turistico per il Canada per cittadini extracomunitari: come funziona

Visto turistico per il Canada per cittadini extracomunitari: come funziona
iVisa | Aggiornato il Feb 23, 2019

Vista la quantità di italiani che si trasferiscono all’estero e che mettono definitivamente radici in una nuova nazione, non è inusuale trovarsi a rinunciare alla cittadinanza italiana per assumere quella del nuovo paese di residenza. Spesso infatti non è consentita la doppia cittadinanza e questo comporta un nuovo status al quale ci si deve abituare e del quale vanno apprese le nuove regole.

Tra di esse, le normative sull’immigrazione e sul transito.

Nel caso in cui il Paese in questione sia all’interno dell’Unione Europea, la tua situazione a livello internazionale non subirà solitamente grossi cambiamenti (salvo specifici accordi tra singole nazioni), dal momento che i cittadini UE godono sostanzialmente degli stessi diritti.

Ma cosa accade se la nuova cittadinanza appartiene a un paese extracomunitario (non UE)? In questo articolo vedremo le diverse categorie di permessi e visti necessari per chi viaggia con un passaporto non UE e come influiranno sulla tua vacanza in Canada.

Paesi esenti dal visto

Oltre ai citati membri dell’Unione Europea, altri Paesi usufruiscono dell’esenzione dal visto turistico. Nel Vecchio Continente troviamo Andorra, Monaco, San Marino e Città del Vaticano. Spostandoci in Asia, i cittadini di Corea del Sud, Giappone, Singapore, Taiwan e Hong Kong possono ugualmente viaggiare senza visto verso il Canada. Lo stesso accade per i possessori di un passaporto emesso da: Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Cile, Brunei, Australia, Nuova Zelanda, Isole Salomone, Samoa, Papua Nuova Guinea e Israele (solo con passaporto israeliano).

Menzione a parte per i cittadini e i residenti permanenti USA che possono anch’essi usufruire dell’esenzione, purché in possesso di passaporto o Green Card.

I cittadini del Brasile, del Messico, della Bulgaria e della Romania possono entrare nel Paese senza visto solo se hanno vissuto in Canada per almeno 10 anni o sono in possesso di un regolare non-immigrant visa negli Stati Uniti.

Tutti coloro che rientrano in questa categoria hanno, tuttavia, l’obbligo di ottenere un’eTA per poter raggiungere il Canada per via aerea. eTA sta “Electronic Travel Authorization” ed è un’autorizzazione dematerializzata che viene associata al passaporto. Ha una validità di 5 anni e deve essere richiesta tramite la procedura online presente sul sito ufficiale del governo canadese (www.canada.ca). Il costo dell’eTA è di 7 dollari canadesi.

La pratica dura pochi minuti e l’autorizzazione viene rilasciata quasi immediatamente, ma è molto importante assicurarsi della correttezza dei dati inseriti, poiché un’incongruenza al momento dell’imbarco ti farà negare l’accesso al volo!

Paesi con obbligo di visto

Se non rientri nella categoria sopracitata, significa che dovrai necessariamente ottenere un visto turistico. Il rilascio è gestito dalle ambasciate e consolati canadesi presenti nel tuo paese, perciò innanzitutto verifica qual è la sede più vicina a te.

Per un supporto professionale e concreto per la presentazione della domanda, ci siamo qui noi di iVisa.com! Ti assisteremo in tutte le fasi per aiutarti a preparare i documenti necessari e ad ottenere il visto più velocemente. Contattaci subito per conoscere i nostri servizi.

Condividi questo articolo su
Need Help?