Scopri come richiedere un visto turistico online per il Bangladesh

 
   
 
 
 
     
 

Maggiori Informazioni: Visto Cartaceo

Il nostro servizio fornisce SOLO un modulo di richiesta per richiedere il visto turistico per il Bangladesh.


Lascia che iVisa si occupi di compilare i documenti di richiesta di un visto turistico per il Bangladesh!

Ecco come funziona:

Il nostro servizio include la compilazione del modulo di domanda di visto per il Bangladesh e la fornitura di una guida per le fasi che i candidati devono seguire per ottenere il visto turistico per il Bangladesh.


Importante: iVisa non ha alcun rapporto legale con il Governo del Bangladesh, che è in ultima analisi responsabile di decidere se il tuo visto è approvato. iVisa non garantisce che otterrai il visto, ma i nostri anni di esperienza migliorano le tue possibilità (abbiamo un tasso di approvazione superiore al 99%). I nostri servizi si limitano ad aiutarti rapidamente ed efficacemente a completare la documentazione necessaria per la procedura di richiesta del visto.

Documenti Necessari per la Domanda

MODULO DI DOMANDA ONLINE - DI COSA HAI BISOGNO:

Dovrai avere a disposizione quanto segue mentre completi il ​​nostro semplice modulo online:

 * Foto del passaporto di qualità passaporto in formato digitale

 * Passaporto valido con almeno 6 mesi di validità e almeno 2 pagine vuote .

 * Una carta di credito / debito o un conto PayPal


AL CENTRO DI RICHIESTA DEL VISTO - DI COSA HAI BISOGNO:

OBBLIGATORIO:

 * Modulo di domanda stampato.

 * Passaporto valido (almeno 6 mesi di validità e 2 pagine vuote)

 * Itinerario di viaggio

 * Lettera di prenotazione o invito dell'hotel

Istruzioni Importanti
  • Il tuo soggiorno in Bangladesh varierà in base al visto che richiedi, per un massimo di 30 days in Total per un visto a Ingresso unico.

  • Come per tutti i visti, il visto effettivo rilasciato è a discrezione dell'autorità di rilascio dei visti del Bangladesh.

  • Non puoi lavorare in Bangladesh con un visto turistico.

  • Tutte le risposte devono essere in inglese, usando solo caratteri latini, tranne quando ti viene chiesto di fornire il tuo nome completo nell'alfabeto nativo.

Testimonianze
I nostri clienti hanno storie eccezionali da raccontare su di noi

Domande Frequenti

Il visto turistico del Bangladesh è un visto per ingresso singolo o multiplo che consente al titolare di un soggiorno massimo per visita fino a 60 giorni per ingresso.

Il modulo per la domanda di visto per il Bangladesh è il primo passo per ottenere un visto per il Bangladesh prima di inviare i documenti presso il centro per la domanda di visto per il Bangladesh designato.

Il servizio iVisa include la compilazione del modulo di domanda di visto per il Bangladesh e la fornitura di una guida alla preparazione per le fasi che i candidati devono seguire per ottenere il visto turistico per il Bangladesh.

Nota: i candidati devono recarsi presso il Centro per le domande di visto per il Bangladesh designato per continuare con la domanda di visto turistico.

Per compilare la domanda è necessario quanto segue:

*Foto per il passaporto in formato digitale

*Passaporto valido con almeno 6 mesi di validità e 2 pagine vuote.

*Carta di credito/debito o conto PayPal per pagare il visto online.

NOTA: il richiedente deve pagare la tassa di visto utilizzando il metodo indicato dal rispettivo Centro di richiesta visto per il Bangladesh.

iVisa addebita una commissione di servizio con costi che variano in base al tempo di elaborazione selezionato:

  • Elaborazione Standard: EUR 21.84

  • Elaborazione Urgente: EUR 39.31  

  • Elaborazione Super Urgente: EUR 69.88

Dipende dal metodo di elaborazione scelto. Offriamo tre opzioni:

  • Elaborazione Standard: 4 giorni

  • Elaborazione Urgente: 2 giorni

  • Elaborazione Super Urgente: 6 ore

Il visto turistico del Bangladesh è valido per 60 giorni con una durata massima di 30 giorni per ogni soggiorno.
Il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi oltre il periodo di permanenza in Bangladesh.
Le seguenti nazionalità possono richiedere il visto per il Bangladesh:
  • Afghanistan
  • Albania
  • Algeria
  • Samoa americane
  • Andorra
  • Angola
  • Anguilla
  • Antartica
  • Antigua e Barbuda
  • Argentina
  • Armenia
  • Aruba
  • Australia
  • Austria
  • Azerbaijan
  • Bahamas
  • Bahrain
  • Bangladesh
  • Barbados
  • Bielorussia
  • Belgio
  • Belize
  • Benin
  • Bermuda
  • Bhutan
  • Bolivia
  • Bosnia ed Erzegovina
  • Botswana
  • Isola Bouvet
  • Brasile
  • Territorio britannico dell'Oceano Indiano
  • Brunei Darussalam
  • Bulgaria
  • Burkina Faso
  • Burundi
  • Cambogia
  • Camerun
  • Canada
  • Capo Verde
  • Isole Cayman
  • Repubblica centrafricana
  • Chad
  • Cile
  • Cina
  • Isola di Natale
  • Isole Cocos (Keeling)
  • Colombia
  • Comoros
  • Congo, Repubblica Democratica (Zaire)
  • Congo, Repubblica popolare
  • Isole Cook
  • Costa Rica
  • Costa d'Avorio
  • Croazia (Hrvatska)
  • Cuba
  • Cipro
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Gibuti
  • Dominica
  • Repubblica Dominicana
  • Timor Est
  • Ecuador
  • Egitto
  • El Salvador
  • Guinea Equatoriale
  • Eritrea
  • Estonia
  • Etiopia
  • Isole Falkland (Malvinas)
  • Isole Faroe
  • Fiji
  • Finland
  • Francia
  • Guiana francese
  • Polinesia francese
  • Terre australi e antartiche francesi
  • Gabon
  • Gambia
  • Georgia
  • Germania
  • Ghana
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Groenlandia
  • Grenada
  • Guadeloupe
  • Guam
  • Guatemala
  • Guernsey
  • Guinea
  • Guinea-Bissau
  • Guyana
  • Haiti
  • Isole Heard e McDonald
  • Santa Sede (Città del Vaticano)
  • Honduras
  • Hong Kong
  • Ungheria
  • Islanda
  • India
  • Indonesia
  • Iran (Repubblica islamica)
  • Iraq
  • Irlanda
  • Israele
  • Italia
  • Giamaica
  • Giappone
  • Jersey
  • Jordan
  • Kazakistan
  • Kenya
  • Kiribati
  • Corea, Repubblica popolare democratica
  • Corea, Repubblica di
  • Kuwait
  • Kyrgyzstan
  • Repubblica Democratica Popolare del Laos
  • Lettonia
  • Libano
  • Lesotho
  • Liberia
  • Jamahiriya araba libica
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Macau
  • Macedonia, ex Repubblica iugoslava
  • Madagascar
  • Malawi
  • Malesia
  • Maldives
  • Mali
  • Malta
  • Man, Isola di
  • Isole Marshall
  • Martinique
  • Mauritania
  • Mauritius
  • Mayotte
  • Messico
  • Micronesia, Stati federati
  • Moldavia, Repubblica
  • Monaco
  • Mongolia
  • Montenegro
  • Montserrat
  • Marocco
  • Mozambico
  • Myanmar
  • Namibia
  • Nauru
  • Nepal
  • Olanda
  • Antille Olandesi
  • Nuova Caledonia
  • Nuova Zelanda
  • Nicaragua
  • Niger
  • Nigeria
  • Niue
  • Isola Norfolk
  • Isole Marianne settentrionali
  • Norvegia
  • Oman
  • Pakistan
  • Palau
  • Territorio palestinese, occupato
  • Panama
  • Papua Nuova Guinea
  • Paraguay
  • Perù
  • Filippine
  • Pitcairn
  • Polonia
  • Portogallo
  • Puerto Rico
  • Qatar
  • Riunione
  • Romania
  • Federazione Russa
  • Rwanda
  • Sant'Elena
  • Saint Kitts e Nevis
  • Santa Lucia
  • Saint Pierre e Miquelon
  • Saint Vincent e Grenadine
  • Samoa
  • San Marino
  • Sao Tome e Principe
  • Arabia Saudita
  • Senegal
  • Serbia
  • Seychelles
  • Sierra Leone
  • Singapore
  • Slovacchia (Repubblica slovacca)
  • Slovenia
  • Isole Salomone
  • Somalia
  • Sud Africa
  • Georgia del Sud e Isole Sandwich Meridionali
  • Spagna
  • Sri Lanka
  • Sudan
  • Suriname
  • Isole Svalbard e Jan Mayen
  • Swaziland
  • Svezia
  • Svizzera
  • Siria
  • Taiwan
  • Tajikistan
  • Tanzania, Repubblica unita
  • Tailandia
  • Togo
  • Tokelau
  • Tonga
  • Trinidad e Tobago
  • Tunisia
  • Turchia
  • Turkmenistan
  • Isole Turks e Caicos
  • Tuvalu
  • Uganda
  • Ucraina
  • Emirati Arabi Uniti
  • Regno Unito
  • Isole minori esterne degli Stati Uniti
  • Stati Uniti d'America
  • Uruguay
  • Uzbekistan
  • Vanuatu
  • Venezuela
  • Vietnam
  • Isole Vergini (britanniche)
  • Isole Vergini (Stati Uniti)
  • Isole Wallis e Futuna
  • Sahara occidentale
  • Yemen
  • Jugoslavia
  • Zambia
  • Zimbabwe
  • Modulo di domanda stampato con una foto del passaporto a colori scattata di recente su uno sfondo chiaro allegato.

  • Passaporto valido (almeno 6 mesi di validità e 2 pagine vuote).

  • Itinerario di volo.

  • Lettera di prenotazione o invito dell'hotel.

  • Prova di residenza legale: patente di guida o documento di identità o una bolletta.

Quando ricevi il modulo online del Bangladesh, devi seguire questi semplici passaggi:
  • Paga il costo del visto.  
  • Invia il modulo di domanda e altri documenti richiesti al centro di domanda visti Bangladesh designato.

Dipende da dove ti stai candidando. Controlla le opzioni di pagamento per il centro per le domande di visto per il Bangladesh designato.

NOTA: il richiedente deve pagare la tassa di visto utilizzando il metodo indicato dal rispettivo Centro di richiesta visto per il Bangladesh.

Il vaccino contro la febbre gialla è necessario se si viaggia da un paese a rischio di trasmissione della febbre gialla.

Maggiori informazioni nel seguente link:

https://www.who.int/ith/ITH_Annex_I.pdf

Parlando di turismo e di viaggi verso posti lontani, spesso esistono paesi che abbiamo sentito nominare ma ai quali è difficile dare un’ubicazione geografica a meno di non conoscerli a priori. Il Bangladesh è una di queste nazioni: incastonata tra l’India e l’antica Birmania (oggi Myanmar), questa nazione ha molto da offrire ai propri turisti e in questo piccolo approfondimento andremo a vedere tutto ciò che c’è da sapere per viaggiare in un paese così lontano.

Il paradigma del turismo, infatti, è cambiato nel corso degli anni: se un tempo i costi e le difficoltà legate ai viaggi intercontinentali erano tali da spingere le persone a rimanere nella propria nazione, con il tempo le cose sono diventate completamente diverse.

Non parliamo solo dei viaggi all’interno dell’Unione Europea, dove siamo liberi di muoverci anche solo con la nostra carta di identità, ma anche dei viaggi come quello verso il Bangladesh dove possiamo ottenere i documenti necessari direttamente online.

Cosa ci aspetta, quindi, nel nostro viaggio verso il Golfo del Bengala? Il primo luogo che ci viene in mente, parlando di turismo in Bangladesh, è sicuramente la capitale: se in Italia abbiamo Roma con il suo Colosseo, qui troviamo Dacca, il cui centro storico torna indietro di ben 1400 anni. In particolare il Lalbagh Fort è una delle attrazioni che attirano più turisti in assoluto, nel suo essere una cornucopia di arte e antiquariato. Lo stesso si può dire per l’Ahsan Manzil, un palazzo unico nel suo genere di una bellezza mozzafiato.

A Dacca colpisce anche il distacco tra passato e presente: dopo aver visitato la Star Mosque, infatti, verremo sorpresi dalla sede del Parlamento il palazzo Jatiya Sangsad Bahban e il suo design freddo e moderno.

Naturalmente questa non è che la punta dell’iceberg turistico che è la capitale del Bangladesh, ma tanti sono i posti di da vedere e non possiamo fermarci solo in questa città.

Il nostro viaggio ci conduce anche nella foresta Sundarbans, il posto ideale per chi ama la natura: classificata “ecoregione” dal WWF, è famosa in particolare per gli avvistamenti delle tigri del bengala, uno dei felini grandi e maestosi che esistono in natura.

Tutte le attrazioni della zona ruotano attorno a questo animale: dal Parco nazionale di Sundarbans al santuario Sajnakhali Wildlife fino all’Hiron Point Bangladesh. Il tutto per creare l’occasione ideale per il turista di vivere un momento magico e immortalarlo con la sua macchina fotografica.

Dopo esserci immersi nella foresta, potremo lavare via la fatica immergendoci nelle acque di Cox’s Bazar, una città costiera di questo paese. Questo luogo permette di unire il piacere per la spiaggia e il mare a quello dell’amore per la natura: dalla Sea Beach alle cascate dell’Himchori Waterfall and Hill Track. Una destinazione particolarmente romantica per cingersi i un abbraccio di fronte al tramonto.

Se, come molti Italiani, il mare non ti basta mai, allora ti consigliamo anche Chittagong, altra città portuale seconda per dimensioni in tutto il Bangladesh: qui possiamo trovare spiagge sul mare ma anche la possibilità di accedere al Foy’s Lake, per chi preferisce il contatto con l’acqua dolce. A Chittagong si trova anche un grande ricordo del passato, il cimitero delle vittime di guerra e il Museo Etnologico.

Infine, in questo nostro piccolo carosello dei posti da vedere in Bangladesh (ce ne sono ovviamente molti altri, ma per motivi di tempo e spazio dobbiamo limitarci a questo) ci spostiamo verso il nord-est e scopriamo la città di Sylhet, con l e sue meraviglie naturali e architettoniche.

Dall’Hazrat Shahjalal Mazar Sharif (un nome che sembra uno scioglilingua) al ponte pedonale Keane Bridge, dalla torre dell’orologio (famosa per il suo stile) Ali Amjad’s Clock, al giardino botanico Lakkatura Tea Garden.

Come è facile vedere dagli esempi che abbiamo riportato fino a questo momento, il Bangladesh (come molte altre nazioni asiatiche e africane) riesce a offrire una vasta gamma di attrazioni che possono soddisfare le passioni dei turisti più disparati: dalla natura alla storia, dalla religione alla cultura.

Sebbene sia riconosciuto come il paese dell’ospitalità e del sorriso, grazie all’accoglienza riservata ai suoi visitatori, non è consigliabile viaggiare in Bangladesh senza aver fatto prima una breve ricerca dedicata. Questo perché ci sono diversi aspetti da considerare prima di programmare la nostra vacanza. Il primo, tra i più importanti, è sicuramente quello legato al clima: se in Italia è possibile godere delle bellezze del Bel Paese per tutto il periodo dell’anno (il turismo si trasforma in base alla stagione) nei paesi tropicali la storia è un po’ diversa.

E il Bangladesh è una nazione che si trova proprio nella zona tropicale, offrendo un clima sub-tropicale nelle zone settentrionali e tropicale vero e proprio nel meridione. Questo cosa vuol dire?

Vuol dire che il clima del Bangladesh è caratterizzato da un inverno particolarmente caldo e soleggiato, l’ideale per chi vuole fuggire dal freddo, talvolta pungente, dell’inverno italiano. Il clima caldo si estende e si intensifica nel periodo primaverile, prima di aprire le porte alla stagione delle piogge.

Come molte nazioni tropicali, infatti, anche il Bangladesh viene colpito dal monsone estivo e vede un lungo periodo di precipitazioni che va da giugno a ottobre. Dato che questa caratteristica è completamente opposta rispetto al clima temperato italiano, è bene tenerla a mente nello scegliere il periodo migliore per il nostro viaggio.

Sebbene il Bangladesh sia un paese prettamente sicuro e tranquillo rispetto ad altre nazioni del mondo, è bene ricordare che non è esente da tensioni politiche e sociali, le quali possono sfociare in scontri anche violenti. Questa situazione è stata condizionata anche dai conflitti della nazione limitrofa del Myanmar che ha causato un afflusso di immigrati all’interno del Bangladesh.

Non che questo argomento voglia dissuadere le persone dal viaggiare in questo paese, anzi: come abbiamo visto fino a questo momento ci sono tantissimi motivi per cui il Bangladesh risulti essere una nazione di tutto rispetto sotto il lato turistico, ma semplicemente invitiamo i potenziali turisti a informarsi presso guide locali per valutare il periodo migliore per programmare il proprio viaggio.