In evidenza

Vacanza in Australia? Ottieni ora il tuo visto elettronico online valido per un anno

iVisa.com offre un'elaborazione rapida e ti guida attraverso le procedure di richiesta di visto sin dal 2013. Non siamo affiliati con alcun ente governativo.

A visa is required. We can assist in processing this document.

Tipologia di Visto Costo del Visto Processing Fee Numero di ingressi Tempo di elaborazione
Visto elettronico
Costo del Visto USD 0.00
Costo del Servizio USD 20.00
Numero di ingressi Multiplo
Tempo di elaborazione 60 Minuti
Richiedi ora

Come fare la Richiesta: Visto elettronico

Compila l'applicazione online
Compila l'applicazione online

Completa la nostra semplice domanda online e paga con carta di credito o PayPal.

Receive document via email
Receive document via email

Non c'è bisogno di trattare con l'ambasciata. Lo facciamo noi per te in modo da non perdere tempo prezioso

Inserisci la destinazione
Inserisci la destinazione

Presenta il passaporto e il documento che forniamo al momento dell'ingresso nel paese di destinazione

Richiedi ora

Maggiori informazioni: Visto elettronico

Ulteriori informazioni in arrivo!

Usa il nostro strumento calcolatore per i visti

Calcolo del costo del Visto prima della richiesta

Testimonianze

I nostri clienti hanno storie fantastiche da raccontare su di noi

Domande frequenti

L'eVisitor per l'Australia è gratuito. Inoltre, iVisa addebita una commissione di servizio, con costi che variano in base al tempo di elaborazione selezionato:

  1. Tempo di elaborazione standard - 20 USD: 6 giorni lavorativi.
  2. Elaborazione urgente - 30 USD: 4 giorni lavorativi.
  3. Elaborazione estremamente urgente - 50 USD: 2 giorni lavorativi.

Dipende dal metodo di elaborazione scelto. Offriamo tre opzioni:

  1. Tempo di elaborazione standard: 6 giorni lavorativi.
  2. Elaborazione urgente: 4 giorni lavorativi.
  3. Elaborazione estremamente urgente: 2 giorni lavorativi.

La validità dell'Australia eVisitor decorre dal giorno in cui viene concesso. Poiché si tratta di un visto ad ingressi multipli, è valido fino a 12 mesi, il che significa che puoi fare ingresso in Australia tutte le volte che vuoi durante il periodo di 12 mesi e rimanere fino a 3 mesi ogni volta.

I viaggiatori devono avere un passaporto con almeno 6 mesi di validità dalla data di arrivo per richiedere l'eVisitor per l'Australia.

Di seguito, è riportato un elenco di paesi idonei per l'eVisitor per l'Australia: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Repubblica di San Marino, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito - cittadini britannici, Città del Vaticano.

Ci sono 4 condizioni che tutti i candidati devono soddisfare:

  1. Attività dei visitatori per motivi di lavoro: ciò significa che non è consentito svolgere attività diverse da un'attività di lavoro durante il soggiorno in Australia.
  2. Studio massimo di tre mesi: in Australia, il titolare non deve dedicarsi, per più di tre mesi, ad attività di studio o formazione.
  3. Senza tubercolosi: il titolare del visto non deve avere la tubercolosi al momento del viaggio e all'ingresso in Australia.
  4. Nessuna condanna penale: il titolare del visto non può avere condanne penali (che venga scontata o meno), di durata pari o superiore a 12 mesi al momento del viaggio e all'ingresso in Australia.

Il soggiorno massimo consentito è di 3 mesi per ogni ingresso e il visto eVisitor sarà valido per un massimo di 12 mesi.

Non puoi rimanere in Australia più a lungo richiedendo un'estensione dell'eVisitor. Devi richiedere un nuovo visto se vuoi rimanere più a lungo.

Il tuo eVisitor ti consente di viaggiare sia per turismo che per lavoro. Se sei un turista, questo visto ti consente di viaggiare in crociera o di trascorrere una vacanza in visita a famiglia o amici. Se viaggi per motivi di lavoro, questo visto consente di fare richieste di lavoro generali, investigare, negoziare, stipulare o rivedere un contratto, condurre attività come parte di una delegazione governativa ufficiale, prendere parte a conferenze, fiere o seminari, purché gli organizzatori non si offrano di pagare il viaggio.

Puoi studiare fino a 3 mesi consecutivi in totale con questo visto. Ma se il motivo principale del viaggio in Australia è lo studio, potrebbe essere più adatto un visto per studenti.

In generale, i titolari di visto eVisitor per l'Australia non possono lavorare in Australia.

Tuttavia, potresti essere in grado di lavorare come volontario se:

  • lo scopo principale della tua visita in Australia è il turismo e il volontariato è secondario al turismo.
  • Il lavoro è realmente volontario e non prevede retribuzione, salvo rimborsi per pasti e alloggio.
  • Il lavoro non verrebbe altrimenti fatto in cambio di salario da un residente australiano.

Se hai precedenti penali, dovrai contattare l'ambasciata australiana locale per richiedere un visto.

Tutto il mondo è paese e viaggiare verso un altro stato è oggi estremamente più facile rispetto ad anni fa, quando ogni frontiera diveniva un ostacolo insormontabile per un aspirante viaggiatore.
Se già da tempo, infatti, i confini tra i vari stati europei e quelli della maggior parte dei paesi occidentali non sono più una soglia invalicabile, quando si parla di viaggi intercontinentali spesso sorgono le stesse paure di un tempo. Ancor di più se stiamo parlando di un paese notoriamente chiuso nella sua politica di ingressi come l’Australia.
Prima di partire verso un paese e di informarsi sui documenti necessari per poter muoversi al suo interno, è il caso di conoscere almeno brevemente la sua storia. Perché? Perché in questo modo ci è possibile comprendere il perché di determinate politiche e di come funzioni la cultura locale prima ancora di mettere piede all’interno dei suoi confini.
L’Australia fa parte del così detto “Continente Nuovissimo”. Se infatti il primo viaggio verso le Americhe è avvenuto nel quindicesimo secolo, in Australia la colonizzazione è iniziata nel 1788, un periodo storico molto più avanzato e vicino all’attuale presente.
Certo, come nel caso delle Americhe, anche in Australia si trovava una vasta popolazione locale, nata a eseguito delle immigrazioni in questo continente oltre cinquantamila anni fa.
Questi individui sono ancora parte integrante della popolazione australiana, benché si pensi che oltre un quarto di quest’ultima sia nata oltreoceano, dimostrando un’immigrazione ancora fresca e forte.
Circa un milione di persone è emigrato in questo paese in ogni decade del ‘900 e dato che stiamo parlando di una popolazione totale di circa 25 milioni di abitanti, è facile capire come questo abbia influenzato il suo sviluppo. Appare curioso che con un passato così movimentato in termini di immigrazione, l’Australia sia oggi un paese rinomato per una politica particolarmente rigida in termini di entrate degli stranieri.
Certo, lo stesso potremmo dire per gli Stati Uniti, una delle realtà che mostrano più varietà culturale al mondo e che oggi si caratterizza per una chiusura quasi totale di fronte ad alcuni tipi di immigrazione.
Perché è importante sapere tutto questo? Anche nel caso in cui il tuo viaggio verso questo paese sia per motivi di svago e abbia una durata limitata, ci sono degli accorgimenti da prendere legati proprio al passato di questa nazione. Uno degli argomenti più controversi, per quanto riguarda la politica di immigrazione dell’Australia, infatti, è quello che si è vissuto nei primi anni del nuovo millennio legato alla questione del movimento di persone tramite barconi.
Un problema molto sentito anche in Italia che però aveva suscitato non poche polemiche all’epoca a causa della politica particolarmente chiusa dell’Australia. Per questo motivo è consigliabile recarsi in questo paese tramite un volo, proprio per evitare qualsiasi problema di sorta e ridurre al minimo i controlli e i tempi di ingresso.
Nonostante questo, l’Australia continua a essere una delle mete più ambite per i turisti di tutto il mondo ed è facile intuirne il motivo. Da una parte l’Australia viene considerata la culla di alcune culture più belle da scoprire, le quali sono state sommerse dall’immigrazione dell’ultimo secolo ma che continuano, nonostante ciò, a emergere forti e fiere.
Dall’altra troviamo la più grande unicità in termini di fauna, paragonabile a quella del Madagascar, che attira appassionati di animali e di natura da ogni parte del mondo.
Abbiamo visto sul sito quanto sia facile ottenere i documenti necessari per visitare questo paese. Cos’altro aggiungere per preparare al meglio un aspirante turista?
Quella che molte persone sottovalutano è la differenza nello stile di vita tra il proprio paese e l’Australia. Di che differenze parliamo? Innanzitutto si parla dell’emisfero australe e la maggior parte dei turisti (come quelli italiani, dato che questo articolo viene di fatto scritto in italiano) arriverà dalla parte opposta del globo. Cosa cambia tra l’emisfero australe e quello boreale? A parte il verso in cui gira l’acqua del rubinetto, c’è la questione delle stagioni invertite.
Naturalmente, riassumere il tutto dicendo che quando in Europa è inverno, in Australia è estate è estremamente limitativo, ma è un discorso che permette di capire immediatamente la profonda differenza che corre tra i nostri paesi. Per questo motivo è necessario informarsi presso gli organi competenti per capire quale sia il periodo migliore per organizzare il proprio viaggio, tenendo in considerazione anche lo scopo dello stesso.
È inoltre importante tenere in considerazione che in Australia si guida a sinistra, esattamente come in Inghilterra. Mentre per i turisti che viaggiano da quest’ultimo paese, per l’appunto, non ci sarà alcuna differenza. Per tutti gli altri potrebbe essere necessario del tempo per abituarsi nel caso si voglia organizzare un road-trip.
Infine, è bene prestare attenzione al proprio itinerario di viaggio. Ipotizziamo di partire dall’Italia: siamo abituati a un paese relativamente modesto in termini di dimensioni. Per andare da un’estremità all’altra è possibile partire e arrivare nell’arco della stessa giornata, traffico permettendo. Pensiamo di partire da Bolzano per arrivare a Lecce: 1100 km circa per un tragitto di circa 10 ore di macchina.
Quando pensiamo all’Australia, potremmo avere un’immagine fallace della sua dimensione, anche a causa della popolazione nettamente inferiore rispetto alla nostra.
Pensiamo di partire dall’estremo ovest dell’Australia, Perth, e di raggiungere in macchina la città situata al lato opposto (in senso orizzontale) dell’isola, Brisbane.
Parliamo di più di 4300km, per un percorso medio di quarantacinque ore di viaggio. Mica male! L’Australia è un paese talmente vasto da interessare diversi fuso orari, un altro aspetto da tenere in conto nel programmare il proprio viaggio.
È inoltre importante ricordare che proprio a causa di alcuni eventi del passato, l’Australia esercita un controllo rigoroso sugli animali e vegetali che possono essere introdotti nel paese. D’altronde basta pochissimo per distruggere un habitat delicato come quello australiano, per questo motivo è bene informarsi in precedenza su ciò che è lecito portare all’interno di questo paese e ciò che non lo è, per evitare qualsiasi problema alla dogana che potrebbe intaccare un altrimenti splendido viaggio.

Un visto elettronico è un documento ufficiale che consente di fare ingresso e di spostarsi all'interno di un determinato paese. Il visto elettronico è un'alternativa ai visti rilasciati nei punti di ingresso o da un'ambasciata/consolato, dove ci si può recare per ottenere i visti cartacei tradizionali. I visti elettronici sono collegati elettronicamente al passaporto del viaggiatore.

Il nostro servizio parte con le informazioni. Puoi utilizzare il nostro aggiornato strumento per i requisiti di visto per vedere se hai bisogno di un visto di viaggio. Dovrai solamente dirci da dove vieni e dove stai andando. Sulla base di queste informazioni, ti diremo quanto costa il visto, il numero di ingressi e la data di inizio; ti forniamo anche la possibilità di fare direttamente richiesta sul nostro sito!

Il posto migliore per trovare queste informazioni è il nostro strumento per i requisiti di visto. Ogni paese ha regole di ingresso e commissioni sui visti differenti. Se sei di fretta puoi anche fare richiesta online e il modulo ti fornirà anche queste informazioni.

Dipende dal paese che rilascia il visto. Per molti paesi, come l'ETA per l'Australia e il visto elettronico per la Turchia, la procedura può essere completata in 15 minuti tramite il nostro servizio urgente. Per altri paesi, come l'India e il suo visto turistico, la procedura richiede in genere 24 ore. Il tempo esatto si trova su ogni modulo di domanda. Ciò che garantiamo è che la tua domanda presentata con iVisa sarà il modo più veloce per inoltrare la tua richiesta.

I documenti devono essere stampati su un foglio di carta bianco in formato A4. Non saranno accettate stampe fronte/retro o in dimensioni ridotte.

Ti aiutiamo a ottenere il tuo visto di viaggio nel modo più semplice e veloce possibile. Tramite moduli di domanda online facili da usare e un servizio clienti eccellente 24/7, rendiamo l'intera procedura del visto semplice e veloce! Adottiamo anche le pratiche migliori per la protezione dei tuoi dati personali e di quelli della carta di credito.

iVisa offre due tipi di visti: visti elettronici (e-visa) e visti cartacei tradizionali, a seconda della destinazione. Inoltre, offriamo anche i seguenti servizi/documenti che sono richiesti da alcuni paesi: ETA (autorizzazione di viaggio elettronica), carte turistiche, visto all'arrivo, modulo di pre-registrazione/approvazione, lettere d'invito turistiche e servizio di registrazione dell'ambasciata.

  1. Seleziona il paese per cui stai richiedendo il visto
  2. Seleziona il tipo di visto e leggi attentamente le istruzioni.
  3. Seleziona Richiedi ora
  4. Compila il modulo di domanda
  5. Paga con una carta Visa, Mastercard o un'altra carta di debito.
  6. Attendi l'approvazione via email, quindi scarica e stampa il visto elettronico dal tuo account.
  7. Presenta il tuo visto elettronico stampato all'addetto all'immigrazione del punto di ingresso.

Ti preghiamo di notare che la maggior parte dei paesi offre la possibilità di richiedere un visto di viaggio senza commissioni di servizio. Il motivo principale per cui elaboriamo migliaia di visti di viaggio ogni mese è che noi ti facciamo risparmiare tempo e frustrazione. Il nostro servizio offre un sito web e un modulo di domanda facili da usare. È molto più semplice elaborare la tua domanda con noi, in particolare per gli utenti da mobile e per i gruppi numerosi. Inviamo a tutti i nostri clienti i visti alcuni giorni prima del viaggio. Ciò è particolarmente utile per quei passeggeri che acquistano il visto con mesi di anticipo. Abbiamo anche un servizio clienti attivo 24 ore su 24 con professionisti localizzati negli Stati Uniti e che parlano inglese. Accettiamo più valute e il nostro sito web sarà tradotto in oltre 20 lingue. Crediamo che le nostre commissioni valgano il tuo tempo e la tua comodità, ma tieni presente che tutti i governi hanno il proprio servizio "gratuito".

Se hai già fatto domanda sul nostro sito, ti preghiamo di accedere al tuo account e di cercare il tuo ordine/la tua richiesta. Un account viene generato automaticamente dopo il ricevimento del pagamento. Fai clic sul collegamento nell'e-mail di conferma per impostare una password o visitare la pagina di accesso per impostare la password ed entrare nell'account. Si prega di notare che nella maggior parte dei casi il visto verrà consegnato via e-mail e si trova nell'account dopo l'accesso.

Se la tua domanda di visto non viene approvata dall'agenzia governativa, ti forniremo un rimborso completo ai sensi della nostra garanzia di approvazione. Se per qualsiasi motivo, non sei soddisfatto del nostro servizio, contattaci via chat e ti rimborseremo il costo del servizio. Se nella tua richiesta viene commesso un errore, elaboreremo nuovamente il tuo visto senza alcun costo. Si prega di notare che i rimborsi vengono riaccreditati sulla stessa carta di credito utilizzata.

Se non abbiamo elaborato il visto, possiamo apportare modifiche senza problemi. Controlliamo anche le tue informazioni in caso vi siano errori. Se hai già richiesto l'elaborazione del tuo visto, se abbiamo presentato la tua richiesta alle agenzie governative competenti, in alcuni casi sarà possibile apportare modifiche, in altri no. Ti preghiamo di contattarci immediatamente (preferibilmente tramite chat) se noti un errore nella domanda.

Alcuni paesi potrebbero richiedere un'attestazione di vaccinazione contro la febbre gialla, se provieni da un paese a rischio di febbre gialla. Puoi trovare maggiori informazioni qui: https://wwwnc.cdc.gov/travel/destinations/list
È responsabilità del passeggero verificare tali normative prima di recarsi nel paese prescelto.

Per scaricare la tua fattura, ti preghiamo di accedere al tuo account e di scaricarla direttamente da lì.

Puoi ristampare il visto elettronico dal tuo account di posta elettronica. In alternativa, puoi recuperare e ristampare il visto elettronico tramite il tuo account iVisa.

Sì. Il sistema di iVisa non conserva i dati della carta di credito dopo l'elaborazione della transazione.

Tutti i visti consentono ai viaggiatori di potersi recare nel punto di ingresso di un paese. Il consenso all'ingresso o meno sarà accordato a discrezione del responsabile dell'immigrazione del punto di ingresso.

Se la tua domanda di visto non è stata ancora presentata per la sua elaborazione, riceverai un rimborso completo. Tuttavia, se la tua domanda è stata inviata, non potremo erogare il rimborso.

Quando il visto ti deve essere spedito, i tempi di elaborazione non includono questo tempo. Va, infatti, da quando riceviamo la tua richiesta all'approvazione della stessa. La maggior parte dei visti (visti elettronici) vengono inviati via e-mail previa approvazione, pertanto non ci saranno tempi di spedizione.

No, non siamo affiliati con agenzie governative. Siamo una società privata specializzata nell'elaborazione di visti di viaggio per i viaggiatori di tutto il mondo.

Sfortunatamente, non siamo in grado di farlo, dal momento che le agenzie governative non ci informano delle ragioni alla base delle loro decisioni.

Se il visto non viene approvato, ti consigliamo di contattare l'ambasciata/il consolato più vicino per ulteriori informazioni e capire cosa puoi fare.

Accettiamo Visa, Master Card, American Express e PayPal.

Per i cittadini di questi territori che fanno richiesta attraverso il nostro sito la domanda verrà trattata sulla base della nazionalità/cittadinanza indicata sul passaporto. Ad esempio, la richiesta di un viaggiatore di Porto Rico verrà elaborata come nazionalità statunitense. Questo non si applica ai viaggiatori che rientrano nella categoria BOTC (British Overseas Territories Citizen), ai sensi del British Overseas Territories Act del 2002.

Need Help?