Unisky: tecnologia e conoscenza del territorio

Unisky: tecnologia e conoscenza del territorio
iVisa | Aggiornato il Jul 11, 2019

Uniski-image Nel 2009, nasce Unisky dalla visione comune di un gruppo di ricercatori e docenti dell’Università Iuav di Venezia. Lo scopo di questo gruppo di esperti? Controllare meticolosamente il territorio utilizzando le più sofisticate tecnologie per mappare e tracciare ogni elemento su di esso. Dai lontani satelliti che ci osservano dall’alto ai microsensori a portata di mano, il tutto per offrire un’ampia gamma di servizi grazie alla propria esperienza multidisciplinare.

Monitoraggio del territorio

In questo modo, infatti, Unisky è riuscita a offrire servizi dedicati come l’Energy Web, un sistema condiviso sulle problematiche della stessa città, fino ad arrivare alla stessa sicurezza stradale. Solo la conoscenza ci può infatti permettere di ridurre al minimo i rischi che viviamo quotidianamente sulle nostre strade. Il monitoraggio ambientale è un altro campo in cui Unisky è risultata essere particolarmente vincente: un controllo continuo, diffuso e cooperativo, per permettere di avere una visione in tempo reale del proprio territorio, facendo così enormi passi nel settore della prevenzione. Infatti, il rischio idrogeologico negli anni si è rivelato come qualcosa a cui è necessario prestare la corretta attenzione, ma il controllo non deve essere riservato solo ai potenziali pericoli: anche le aree più belle della zona meritano la stessa scrupolosa attenzione. Con la contabilizzazione delle aree vegetate per le tematiche ambientali e tramite l’offerta di politiche di protezione e valorizzazione del paesaggio, il sistema di monitoraggio raggiunge, infine, la sua piena potenzialità.

Tutela e valorizzazione

Non solo prevenzione, ma sviluppo delle zone rurali e gestione delle risorse storico culturali. Quello che si è prefisso Unisky, e che è riuscito a raggiungere negli anni della sua attività, è il connubio tra natura e tecnologia, progresso e quotidianità. Questo appare evidente nei suoi stessi servizi, come l’utilizzo di droni UAV per il trattamento dei vitigni. Gli stessi droni ci hanno permesso di osservare il territorio con un occhio d’aquila, squadrando i suoi punti di forza e debolezza dall’alto. Ma questa era solo la punta dell’iceberg: in ogni settore e per ogni tassello della vita quotidiana, i sensori e dati 3D della società hanno permesso di ottenere dati di enorme importanza per la conoscenza della zona. Tecnologia unita al contatto umano, come nel caso dei rilievi topografici ad alta precisione tramite l’utilizzo condiviso di dispositivi GPS e strumentazione tradizionale. È facile vedere un drone e indicarlo come progresso tecnologico. È più difficile individuare tutte le potenzialità che un dispositivo della Unisky può offrire ai cittadini del suo territorio. Dalle camere ottiche fotogrammetriche ai laser scanner, dai droni che sfrecciano nell’aria a veri e propri velivoli. Quello che appare evidente da tutta questa panoramica, che risulta essere, nonostante tutto, estremamente limitativa rispetto alle potenzialità del servizio offerto, è che in 10 anni, dal 2009 (anno della sua nascita), Unisky ha dato risposta alle esigenze dei cittadini e delle imprese offrendo informazioni e dati un tempo inaccessibili. Il tutto tramite una vasta gamma di tecnologia, strumenti, dispositivi e forza di lavoro umana per unire nel migliore dei modi progresso e amore per la propria terra.

Condividi questo articolo su
Need Help?