ESTA obbligatorio

ESTA obbligatorio

iVisa | Aggiornato il Nov 29, 2020

L’autorizzazione ESTA è un sistema che permette ai cittadini di 35 Paesi, o a coloro che vi risiedono permanentemente, sia facenti parte dell’Unione Europea che non, tra cui l’Italia e la Svizzera, di arrivare negli Stati Uniti o passare, senza la necessità di intraprendere la lunga e complicata trafila per l’ottenimento del Visto.

USA

Per quanto questa autorizzazione semplifichi le cose, si tratta comunque di un’autorizzazione obbligatoria senza la quale, a meno che non si sia in possesso del Visto tradizionale, non è possibile arrivare negli Stati Uniti. ESTA autorizza la permanenza sul suolo americano per un massimo di 90 giorni e per determinati motivi quali turismo, affari o visita ai parenti. Questa autorizzazione non permette assolutamente né di studiare né di lavorare.

L’autorizzazione ESTA integra il set dei documenti necessari per viaggiare negli Stati Uniti. Oltre ad essa, infatti, è necessario possedere un passaporto elettronico o biometrico, al quale l’autorizzazione ESTA sarà collegata. Se si possiede un passaporto cartaceo, oppure se il proprio passaporto è prossimo alla scadenza, bisogna assicurarsi che venga rinnovato prima del viaggio. Un passaporto scaduto, oppure che scadrà durante il periodo di permanenza negli Stati Uniti, comprometterà l’autorizzazione da parte delle autorità sull’immigrazione americane a farti mettere piede sul suolo statunitense. In questo caso dovrai calcolare prima del viaggio i tempi del rinnovo.

La domanda per questa autorizzazione si effettua online, anche tramite questo sito. Si tratta di un formulario da compilare con i dati anagrafici di un viaggiatore, oppure di tutti i viaggiatori coinvolti. Ma è necessario specificare anche altre condizioni come la professione, i motivi del viaggio, eventuali condizioni penali, la lunghezza e i motivi del soggiorno, ecc. Attenzione: dovrai fare particolare attenzione mentre compili il formulario. Eventuali discrepanze, per esempio, con i dati riportati sul passaporto, potrebbero comprometterne l’esito.

Compilata la domanda, dovrai pagare una tassa per le spese di valutazione. La tassa è fissa ed è necessario pagarla, per intero, per ciascuno dei viaggiatori coinvolti. Non sono previste riduzioni per gruppi o per i minori.

A questo punto la domanda di autorizzazione ESTA sarà trasmessa alle autorità competenti americane che la valuteranno. L’esito sarà inviato tramite email a colui o colei che ne ha fatto richiesta, entro 72 ore dalla ricezione. Il giudizio delle autorità d’Immigrazione americane, anche in caso di risposta negativa, sarà insindacabile e non è possibile ricorrere a nessun tipo di ricorso per “convincerle” a rivedere la loro decisione. In caso di esito positivo, tutto ciò che dovrai fare è organizzare il viaggio. Non è neppure necessario stamparla: sarà trasmessa automaticamente a tutti i soggetti coinvolti nel processo di ingresso negli USA.

In caso di esito negativo potrai sempre richiedere il visto tradizionale recandoti all’ambasciata americana del tuo Paese oppure, se il motivo del rifiuto è soltanto un errore nella compilazione dei dati e non dipende da motivi più gravi come un crimine grave, potrete rifare domanda pagando nuovamente la tassa.

Esiste solo un caso in cui l’autorizzazione ESTA non è obbligatoria: essere in possesso di un visto.

Condividi questo articolo su: