Serve il visto per andare in India?

Serve il visto per andare in India?
iVisa | Aggiornato il Feb 25, 2019

La domanda che ti sei posto trovando quest’articolo è più che lecita: è necessario questo documento per visitare uno dei paesi più belli e spirituali del mondo? La risposta potrebbe non sorprenderti: sì, il visto è richiesto dalla maggior parte dei paesi di partenza verso l’India.

Alt Text

Inoltre ne esistono di diversi tipi e diversi modi per ottenerli, andiamo a scoprirli con questa breve guida.

FAQ

Tutti hanno bisogno di un visto? Anche i bambini?

Il visto è un documento obbligatorio per tutti i componenti della famiglia, per questo motivo anche i bambini devono fare domanda per averlo.

Per questo motivo quando si parla di una famiglia con più membri che ne fanno parte, si può sostenere un costo non indifferente, oltre che a dover sopportare tutto il processo fatto di ambasciate, consolati, corrieri ecc. ecc.

Risponderemo a questi dubbi nel prossimo punto.

Come fare domanda per un visto?

Esistono metodi classici per ottenere il visto cartaceo e metodi innovativi che offrono un’alternativa elettronica.

Solitamente è necessario rivolgersi all’Ambasciata Indiana a Roma, nel caso ci si trovi nel sud Italia, o al Consolato Indiano a Milano se ci troviamo invece al nord.

In questi casi è necessario avere un passaporto valido per almeno altri sei mesi dal momento della domanda con due pagine libere una accanto all’altra, fototessere con sfondo bianco, una copia del passaporto e (spesso) un’autocertificazione sullo scopo del tuo viaggio in questo paese.

Infatti, come vedremo nel prossimo punto, esistono diversi tipi di visto in base alla necessità che andremo ad espletare in India, ognuno con un prezzo e dei tempi di ottenimento diversi.

Ma prima di andare a vedere le varie tipologie, per chi volesse evitare la burocrazia tipica e ridurre costi e tempistiche, consigliamo il visto elettronico offerto da iVisa. Infatti oltre ad ottenerlo in 18 ore, la domanda è molto più semplice e può essere fatta direttamente al computer.

Che tipo di visto devo acquistare?

L’India mette a disposizione tre tipi diversi di Visto, in base al motivo del tuo viaggio. Per turismo esiste, appunto, il Visto Turistico che nel caso dell’opzione elettronica sarà tuo in meno di ventiquattro ore. Per quello Sanitario e Lavorativo avrai bisogno, rispettivamente, della lettera dell’ospedale indiano dove andrai a curarti e del datore di lavoro.

Per queste due tipologie di visti il tempo di processo arriva fino a 48 ore o due giorni lavorativi.

Il visto è utilizzabile in ogni aeroporto?

No, il visto elettronico è accettato nella maggior parte degli aeroporti, ma non tutti. Ecco la lista completa:

Ahmedabad, Amritsar, Bagdogra, Bengaluru, Calicut, Chennai, Chandigarh, Cochin, Coimbatore, Delhi, Gaya, Goa, Guwahati, Hyderabad, Jaipur, Kolkata, Lucknow, Mangalore, Mumbai, Nagpur, Pune, Tiruchirapalli, Trivandrum e Varanasi.

Oltre a questi si aggiungono anche tre diversi porti navali, Cochin, Goa e Mangalor nel caso tu ti muova via nave o se partecipi a una crociera (alcune compagnie permettono di fungere da tramite per il visto ma con un costo maggiorato e la burocrazia che abbiamo elencato in precedenza).

Controlla di persona tutte le informazioni riguardo al visto sul sito di iVisa.

Richiedi subito il tuo visto per l’India

Clicca qui per richiedere il tuo visto

Condividi questo articolo su
Need Help?