Vacanza in Benin? Ottieni subito il tuo visto turistico elettronico (eVisa) online in pochi click

 
   
 
 
 
     
 

Maggiori Informazioni: Visto Elettronico

Nell'aprile 2018, il Ministero degli Affari Esteri del Benin ha introdotto i visti elettronici per i cittadini di tutto il mondo. Questo visto elettronico consente ai viaggiatori di fare ingresso nel paese per motivi turistici e consente loro di rimanere nel Benin fino a 90 giorni dopo l’arrivo. La procedura di richiesta di visto elettronico per il Benin è molto semplice e completamente online. Una volta che la domanda è stata inviata e accettata, il richiedente riceverà una ricevuta elettronica, che deve essere mostrata agli ufficiali dell'immigrazione all'arrivo. Sì, è davvero semplicissimo.

Il sistema di visti elettronici è un metodo online di richiedere i visti da qualsiasi parte del mondo. I viaggiatori possono ora fare richiesta e pagare rapidamente tramite internet in qualsiasi momento, da qualsiasi parte del mondo.

Documenti Necessari per la Domanda
  • Un passaporto valido

  • Una carta di credito/debito o un account PayPal

Istruzioni Importanti
  • Il visto elettronico per il Benin è un visto d'ingresso ad EUR 91.10 o più ingressi valido da 30 giorni dopo l’arrivo ai 90 giorni dopo l’arrivo, a seconda del tipo di visto richiesto. Il periodo di validità parte al momento dell'arrivo e consente ai richiedenti di rimanere per un periodo non superiore a quello accordato con il visto elettronico.

  • All'arrivo nel Benin, dovrai presentare il tuo passaporto biometrico unitamente al visto elettronico stampato.

  • I viaggiatori possono richiedere un visto elettronico per il Benin per finalità turistiche, di lavoro o di transito.

  • I viaggiatori devono avere un passaporto con almeno 6 mesi di validità dalla data di arrivo nel Benin e avere almeno una pagina vuota disponibile per il timbro.

  • I viaggiatori devono dimostrare la propria capacità di sostentamento in Benin (fornendo, ad esempio, un estratto conto bancario) e fornire prova di un volo di ritorno.

  • Avere un visto elettronico per il Benin non conferisce automaticamente il diritto di fare ingresso nel paese per il suo titolare. L'ufficiale dell'immigrazione al punto di ingresso può impedire l'ingresso a qualsiasi persona, qualora venga ritenuta non in grado di soddisfare i requisiti di immigrazione o la presenza di detta persona in Benin sia contraria agli interessi o alla sicurezza nazionale.

Testimonianze
I nostri clienti hanno storie eccezionali da raccontare su di noi

Domande Frequenti

Il visto elettronico per il Benin è un documento di viaggio ufficiale necessario per gli stranieri per visitare il Benin per motivi turistici.
Per inviare la tua domanda, ci occorrono:
  • Un passaporto/documento di viaggio valido.
  • Una carta di credito/debito o un account PayPal

Dipende dalla durata della validità e dal numero di ingressi desiderati per il tuo visto:

  • Visto a Ingresso unico 30 giorni dopo l’arrivo: EUR 52.06

  • Visto a più ingressi, 30 giorni dopo l’arrivo: EUR 73.75

  • Visto a più ingressi 90 giorni dopo l’arrivo: EUR 99.78

Inoltre, viene addebitata una commissione di servizio, a seconda del tempo di elaborazione richiesto:

  • Elaborazione Standard: EUR 17.35

  • Elaborazione Urgente: EUR 34.70

  • Elaborazione Super Urgente: EUR 52.05

Dipende dal tempo di elaborazione scelto. Offriamo tre opzioni:

 * Elaborazione Standard: 5 giorni

 * Elaborazione Urgente: 3 giorni

 * Elaborazione Super Urgente: 24 ore

Dipende dal tipo di visto che scegli di richiedere:

  • 30 giorni dopo l’arrivo (ingresso singolo o più ingressi)

  • 90 giorni dopo l’arrivo (più ingressi).

La validità inizia alla data di arrivo. Devi lasciare il Benin entro il periodo di validità.

Il tuo documento di viaggio deve avere una validità di almeno 6 mesi dalla data di arrivo nel Benin e almeno una pagina vuota per il timbro.
I cittadini di tutte le nazioni possono richiedere il visto elettronico per il Benin, fintanto il viaggio abbia motivi di famiglia, turismo o lavoro. I cittadini di tutte le nazioni africane possono fare ingresso nel Benin senza visto per una permanenza di massimo 90 giorni. I cittadini di Hong Kong sono esentanti dal visto in caso di permanenze di 14 giorni.
Consigliamo ai viaggiatori di fare richiesta almeno 7 giorni lavorativi prima del viaggio in Benin. Per le richieste inoltrate con meno di 7 giorni di tempo, iVisa non si assume alcuna responsabilità in caso di domande di visto respinte o ritardi
NO. Il possesso di un visto elettronico per il Benin non conferisce automaticamente il diritto di fare ingresso nella nazione. L'ufficiale dell'immigrazione al punto di ingresso può impedire l'ingresso a qualsiasi persona, qualora venga ritenuta non in grado di soddisfare i requisiti di immigrazione o la presenza di detta persona in Benin sia contraria agli interessi o alla sicurezza nazionale.
All'arrivo in Benin, devi esibire il tuo passaporto unitamente al tuo visto elettronico per il Benin, che deve essere stampato.

Il vaccino contro la febbre gialla è necessario se si viaggia da un paese a rischio di trasmissione della febbre gialla.

Maggiori informazioni nel seguente link:

https://www.who.int/ith/ITH_Annex_I.pdf

Il Benin probabilmente non è stato nella tua lista dei desideri finora, ma dovrebbe esserlo. Il paese è piccolo e si trova in Africa occidentale, ma ha tanti tesori in attesa di essere scoperti. Le rovine di templi e palazzi sono da sole una grande attrazione, ma i mercati artigianali e la ricca cultura attendono anch'essi di essere esplorati. Tuttavia, come per tutte le nazioni straniere che visiti, occorre fare delle ricerche così che tu possa sapere cosa aspettarti. Fortunatamente, non troverai nulla di impegnativo. Di seguito, troverai alcune informazioni che ti aiuteranno a pianificare una splendida vacanza in Benin.

Innanzitutto, dobbiamo parlare della normativa sui visti del Benin. Sarai contento di sapere che il Benin ha una delle politiche meno restrittive al mondo in tema di visti. Ci sono due categorie di viaggiatori. La prima categoria è rappresentata dai cittadini con nazionalità che sono esentate dal visto. Stiamo parlando di tutte le nazioni africane, nonché dei cittadini di Hong Kong. I cittadini delle nazioni africane possono rimanere in Benin senza visto fino a 90 giorni, mentre quelli di Hong Kong per soli 14. Basta avere un passaporto valido.

La seconda categoria comprende tutte le altre nazionalità: in questo caso, occorre richiedere un visto. In ogni caso, la buona notizia è che tutti possono ottenere un visto elettronico per il Benin, che può essere facilmente acquistato online. Basta avere un passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di arrivo in Benin. iVisa può aiutarti con la procedura di richiesta. Il visto elettronico assicura un soggiorno di 30 o 90 giorni e può concedere uno o più ingressi. La scelta sta a te.

Il periodo migliore per visitare il Benin è quando le temperature sono un po' più basse e c'è meno umidità, ossia da novembre a febbraio. Nel resto dell'anno piove molto e le temperature sono difficili da sopportare.

Il Benin è stato una colonia francese: ecco perché la lingua ufficiale è proprio il francese. Si parlano, comunque, altre 50 lingue africane in tutto il paese, tra cui il fon e lo yoruba. È più semplice imparare alcune frasi in francese che in altre lingue. Fortunatamente, l'inglese si sta diffondendo sempre più, e non dovresti avere problemi a usarlo, specialmente nelle aree urbane.

Per quanto riguarda le attrazioni del Benin, dobbiamo iniziare a parlare del fatto che in Benin è nato il Vodun, maggiormente conosciuto come Voodoo. Rimane tuttora la religione ufficiale del Benin e i beninesi la seguono ancora. Meritano una visita i templi Voodoo, nonché i mercati dei feticci, diffusi in tutta la nazione. Però, una delle cose più affascinanti relative al Voodoo è il mercato di feticci di teschi e pelle nel Grande Marche du Dantokpa a Cotonou.

Una delle maggiori attrazioni del Benin è Abomey, l'antica capitale dell'impero Dahomey. Vi sono diverse rovine, tra palazzi e templi, e i turisti si riversano in massa in questi siti. Il luogo è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. I re del Regno di Dahomey si erano arricchiti tantissimo con la tratta degli schiavi e hanno costruito palazzi opulenti. Puoi visitare il museo, che contiene arazzi macabri e un trono di teschi umani.

In Benin, non puoi tralasciare Ganvie, che ospita 30 mila abitanti. I loro antenati sono fuggiti dai re Dahomey e hanno costruito la propria città. Il lago Nokoue è vicino, il che fa di Ganvie una delle città lacustri più grandi dell'Africa.

Dirigendoti verso nord, ti imbatterai nella gente Somba e nelle loro case di fango e argilla davvero uniche. Si chiamano ‘tata’ e sono piuttosto eccentriche. Tutti i turisti che vengono a visitare l'area passano anche dalla Valle Koutammakou oltre il confine, in Togo, che è un altro Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Prima di lasciare il Benin, devi visitare il mercato artigianale a Se. Puoi acquistare tantissimi souvenir per i tuoi cari e anche alcune belle cose per te. La bellezza del mercato è molto apprezzata da tutti i visitatori: desidererai riempire sempre più le tue borse. I prezzi sono accessibili e ti assicurerai diversi oggetti da portare a casa.

Infine, non dimentichiamoci che il Benin offre delle zone costiere lungo l'oceano a sud. La spiaggia di Grand Popo ti accoglierà con sabbia pulita e birre a poco prezzo. Troverai diversi sport acquatici, ma il panorama e l'acqua tiepida dovrebbero essere sufficienti, se vuoi prenderti una pausa dalle visite.

Il cibo in Benin non è spettacolare. È delizioso, ma non c'è nulla fuori dall'ordinario. Troverai tanti venditori ambulanti e, se non hai mai provato la carne d'asino, ora ne hai la possibilità. In ogni caso, stai attento ai posti dove compri cibo. Non comprare mai cibo che non è fresco e se vedi un venditore che non copre gli alimenti con un coperchio, guarda altrove. Non hai bisogno di problemi. Le infezioni di E.coli sono le più frequenti tra i turisti.

Per quanto riguarda la sicurezza in Benin, non hai motivi particolari per preoccuparti. Tuttavia, ti consigliamo di viaggiare in compagnia, specialmente se sei una donna. La persona che sta con te deve essere affidabile, perché hai bisogno di qualcuno che conosce i prezzi, la lingua e i posti giusti dove mangiare nella zona che visiti. Assalti e rapine sono più frequenti vicino a hotel e locali notturni, quindi evita di andare in giro da solo la sera. Per il resto, usa un po' di buon senso. I beninesi sono molto accoglienti e tranquilli, ma queste cose accadono ovunque.

Dal punto di vista sanitario, l'unica vaccinazione obbligatoria è quella contro la febbre gialla. Tieni però a mente che gli ufficiali dell'immigrazione controllano raramente il certificato, ma è comunque opportuno che ti vaccini per la tua salute. Anche la malaria è diffusa in Benin, a causa dell'elevato numero di zanzare presenti tutto il giorno. Sono disponibili delle pastiglie, acquistabili solo con ricetta. Oltre a ciò, l'acqua del rubinetto si può bere in alcune zone, anche se è pesantemente trattata con il cloro e quindi potrebbe non piacerti. L'acqua in bottiglia è ampiamente disponibile.

Il Benin è uno dei paesi più sicuri che puoi visitare in Africa occidentale. Ma oltre a ciò, vivrai esperienze straordinarie. Le persone sono fantastiche, le attrazioni sono incredibili... vorrai ritornarci. Dopo tutto, il Benin è spesso definito come uno dei segreti più nascosti dell'Africa.